Prigioniera della vita

Mi sono persa il mare, perché cercavo solo il cielo.

Mi sono persa il mare, per librarmi in volo.

Ora scivolo sulla schiuma delle nuvole

per sfiorare i singulti delle onde.

Allungo la mano gocciolante di freddo e di brina

e con gli occhi chiusi assaporo l’odore

dell’aria pungente di un mattino d’autunno.

Mi sono persa il cielo, perché avevo paura

di cadere dalle gole del vento sferzante

di una sera d’inverno.

Mi sono persa il cielo, perché temevo di perdermi

nello sconfinato vortice delle stelle cadenti

nelle calde sere d’agosto.

Mi sono persa la terra, perché i piedi stanchi

e lacerati dal cammino del dolore cercavano

rifugio nei sogni di un futuro che non c’era.

Mi sono persa la terra, perché l’oltraggio

e il vuoto dei giudizi senza senso

come schiaffi bruciavano

sul volto scavato dalle lacrime e dal tempo.

Mi sono persa e non mi sono ritrovata.

Mi sono persa e non mi sono riconosciuta.

Sono un’altra ora. Vecchia e stanca

nella mia primavera della vita

scivolo nell’assoluta libertà

dei miei pensieri.

 

Finalista al premio Orazio -Liriche lucenti 2022    

3 commenti
3 Mi piace
Post precedenteNext post: La Cantilena della Luna

Articoli Associati

Commenti

  • Maria

    23/06/2022 at 3:21 pm
    Reply

    Da semplice lettrice: semplicemente stupenda!

  • Maria

    23/06/2022 at 3:18 pm
    Reply

    Da semplice lettrice: semplicemente stupenda!😍

  • Maria

    23/06/2022 at 3:17 pm
    Reply

    Da semplice lettrice: Semplicemente stupenda!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono!

Ciao, sono Giuseppina De Marco, Giusy per gli amici. Adoro leggere, scrivere e, soprattutto, COMUNICARE. Questo blog nasce perché... Leggi di più

Ultimi articoli
Categorie
I più popolari
Archivio
Calendario
Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930