SIPARIO (Poesia)

SIPARIO

Intorno a questo punto

Ho costruito un palcoscenico,

senza spettatori,

né musiche assordanti.

Blando un suono,

percepito a stento

da un vecchio curvo e stanco.

Su questo palcoscenico

ho rappresentato una commedia,

senza spettatori,

né applausi inquietanti.

Lento il battimano

di un bambino curioso e petulante.

In questa mia commedia

ho visto gioie amare, ipocrite illusioni

di una vita regalata.

Ho bussato al camerino,

ma la luce era già spenta.

Ho atteso invano il tempo

del sipario sollevato.

Ho guardato in fondo al buio

di una vita ormai deserta

e ho aspettato al botteghino

delle speranze più fallaci.

Poche lire questa entrata.

Pochi soldi per morire.

Ma perché nessuno viene?

La locandina parla chiaro:

“Oggi inizia la commedia della vita più sincera.

Oggi diamo lo spettacolo

solo per gli amici veri”.

 

 

 

Tratta da Versi di vita, Montedit Milano, ottobre 2000,
Primo classificato, medaglia d’oro “Premio Natale agropolese , 2000)

 

 

_________________________________________________
Persone foto creata da frimufilms – it.freepik.com

0 commenti
7 Mi piace
Post precedenteNext post: AKU – INTERAZIONI

Articoli Associati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono!

Ciao, sono Giuseppina De Marco, Giusy per gli amici. Adoro leggere, scrivere e, soprattutto, COMUNICARE. Questo blog nasce perché... Leggi di più

Ultimi articoli
Categorie
I più popolari
Archivio
Calendario
Marzo 2024
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031