Pensare Meglio: Strategie e scorciatoie per decidere senza sbagliare

“A volte, quando ci incamminiamo su un sentiero pensando di saper dove ci condurrà, può capitare che quest’ultimo prenda qualche strana direzione inattesa.”

Con un linguaggio accessibile anche a noi profani, Marcus du Sautoy tesse l’elogio delle scorciatoie, non intese come trucchetti sleali per raggiungere un obiettivo, bensì come autentiche alleate per far tesoro del proprio tempo.

CASA EDITRICE RIZZOLI

GENERE SAGGISTICA

PUBBLICAZIONE 19/10/2021

PAGINE  444

PREZZO EURO 19,00

Attraverso operazioni matematiche e schemi geometrici, partendo dall’insigne esperienza di Gauss, passando per Fibonacci e altre illustri figure del mondo della cultura in generale, della musica, dello sport, ecc, l’autore del libro ci prospetta delle alternative al pensare comune, invitandoci, come il titolo stesso recita, a “pensare meglio”.

Ci esorta, tuttavia, a non farci prendere dalla mania, che ci spinge a cercare schemi anche laddove c’è la pura e semplice casualità (se davvero esiste la casualità!).

Molto importanti si rivelano le scorciatoie per ottenere una buona memoria, ad es. attraverso l’utilizzo di particolari schemi, che rappresentano una valida risposta a questa esigenza.

Dalla musica alla psicoterapia, dallo sport all’alimentazione, dunque, lo scrittore ci guida su un sentiero che può indicarci la strada prima ancora di leggere la mappa. E questa capacità – ci suggerisce -è già in noi, bisogna solo portarla alla luce ed alimentarla.

“La capacità di scovare gli schemi è stata una scorciatoia fondamentale per la specie umana fin da quando abbiamo mosso i primi passi fuori dalla savana.”

Salda, tuttavia, deve rimanere l’opinione che trovare la scorciatoia non vuol dire giungere ad una meta definitiva, evitando gli sforzi e i sacrifici che rendono unico il nostro ruolo nella società; anzi, come affermava il grande musicista Pablo Cablas,

“Dobbiamo essere interessati al lavoro che facciamo per continuare a farlo per tutta la vita. Non raggiungiamo mai la vetta”.

Marcus du Sautoy insegna Matematica all’Università di Oxford. Nel 2001 ha vinto il Berwick Prize della London Mathematical Society. Collabora con il “Times”, il “Daily Telegraph”, il “Guardian” e la Bbc. Per Rizzoli ha pubblicato L’enigma dei numeri primi, L’equazione da un milione di dollari e Il disordine perfetto, disponibili in BUR

Il libro prosegue con un confronto che, solo in apparenza, non regge, quello cioè tra l’uomo e i calcolatori elettronici. Sicuramente, quelle che i computer ci aiutano ad effettuare sono scorciatoie intelligenti, ma nel rapporto uomo versus macchina, noi esser umani abbiamo un vantaggio:

“Forse […] il fatto che il nostro cervello non possa compiere milioni di operazioni simultanee e i limiti fisici del nostro corpo rispetto alla forza di un robot meccanico sono fattori che ci costringeranno a fermarci a pensare se ci sia una modo per evitare tutti quei passi che un computer  o un robot possono fare senza alcuno sforzo.”

Potrebbe sembrare strano, ma il vantaggio viene proprio da quello che, solitamente, viene considerato un vizio: la pigrizia. Quest’ultima, infatti, se intesa come fattore fondamentale nella ricerca di nuovi, intelligenti modi di fare le cose in tempi più brevi, ecco che si trasforma, come già detto, in un’agguerrita alleata e la scorciatoia -conclude l’autore

Non è tanto un modo veloce per terminare il nostro viaggio quanto, piuttosto un trampolino di lancio da cui iniziarne uno nuovo.

0 commenti
2 Mi piace
Post precedenteNext post: Lunatic Book Festival

Articoli Associati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono!

Ciao, sono Giuseppina De Marco, Giusy per gli amici. Adoro leggere, scrivere e, soprattutto, COMUNICARE. Questo blog nasce perché... Leggi di più

Ultimi articoli
Categorie
I più popolari
Archivio
Calendario
Marzo 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031